Offriamo una soluzione mirata, efficace e più sicura
CANCRO
TRATTAMENTO
Il trattamento individualizzato di Ambrego induce l'arresto del ciclo cellulare solo sulle cellule cancerose, consentendo al trattamento Ambrego, molto più sicuro, di sostituire completamente la chemioterapia convenzionale. Inoltre, il trattamento Ambrego distrugge attivamente le cellule cancerose. Somministrato come complemento alla chemioterapia convenzionale, può trasformare un trattamento chemioterapico palliativo in un trattamento efficace che cura il paziente. Adatto sia all'uomo che agli animali.
Offriamo una soluzione mirata, efficace e più sicura
CANCRO
TRATTAMENTO
Il trattamento individualizzato di Ambrego induce l'arresto del ciclo cellulare solo sulle cellule cancerose, consentendo al trattamento Ambrego, molto più sicuro, di sostituire completamente la chemioterapia convenzionale. Inoltre, il trattamento Ambrego distrugge attivamente le cellule cancerose. Somministrato come complemento alla chemioterapia convenzionale, può trasformare un trattamento chemioterapico palliativo in un trattamento efficace che cura il paziente. Adatto sia all'uomo che agli animali.

Come migliora il trattamento

sullo stato dell'arte precedente
La chemioterapia non agisce solo sulle cellule cancerose, ma anche su altre cellule a rapida divisione come i follicoli piliferi e il midollo osseo. Molti pazienti possono accettare gli effetti collaterali massicci, ma per altri gli effetti collaterali sono direttamente pericolosi (bambini, persone con patologie preesistenti). Grazie al targeting, questi effetti collaterali non esistono con la terapia Ambrego.
> Sostituzione più sicura ma altrettanto efficace della chemioterapia per i pazienti ad alto rischio
A differenza della chemioterapia che induce solo l'arresto del ciclo cellulare, un componente della terapia Ambrego distrugge attivamente le cellule cancerose (induce l'apoptosi). Somministrata come complemento alla chemioterapia convenzionale, può trasformare un trattamento chemioterapico palliativo in un trattamento efficace che cura il paziente.
> Cura efficace per molte situazioni in cui la sola chemioterapia convenzionale non è più in grado di curare il paziente
I farmaci individualizzati colpiscono attivamente le cellule riconoscendo le mutazioni del DNA stesso. Non ci sono previsioni o profili, che per definizione sono imprecisi, come nel caso dell'immunoterapia individualizzata, né interpretazione delle mutazioni del DNA.
> Ultra mirato, con conseguente maggiore efficacia e minori effetti collaterali.
Prima del trattamento, l'efficacia dei farmaci individualizzati viene testata in vitro con campioni di cellule del paziente, quindi nel corpo del paziente con farmaci marcatori di risonanza magnetica che utilizzano lo stesso meccanismo di targeting dei farmaci attivi.
> Non si perde tempo con trattamenti inefficaci.
Se i test precedenti al trattamento mostrano che i farmaci individualizzati non sono efficaci perché immuni alle proteine espresse o ai geni silenziati, possono essere facilmente modificati per colpire altre vie di segnalazione nella cellula.
> Quindi un'alta probabilità di successo anche se il tumore non risponde ad altri trattamenti.
La chemioterapia non agisce solo sulle cellule cancerose, ma anche su altre cellule a rapida divisione come i follicoli piliferi e il midollo osseo. Molti pazienti possono accettare gli effetti collaterali che ne derivano, ma per altri gli effetti collaterali possono essere direttamente pericolosi (bambini, persone con patologie preesistenti). Grazie al targeting, questi effetti collaterali non esistono con la terapia Ambrego.
> Pertanto, gli effetti collaterali pericolosi sono di gran lunga inferiori.
A differenza della chemioterapia, la terapia Ambrego non tiene conto delle cellule sane, che vengono anch'esse attaccate. In questo modo, i farmaci individualizzati possono essere messi a punto per ottenere una maggiore efficacia nei confronti delle cellule cancerose.
> Pertanto, l'efficacia è molto più elevata.
I farmaci individualizzati colpiscono attivamente le cellule riconoscendo le mutazioni del DNA stesso. Non ci sono previsioni o profili, che per definizione sono imprecisi, come nel caso dell'immunoterapia individualizzata, né interpretazione delle mutazioni del DNA.
> Anche in questo caso, maggiore efficacia e minori effetti collaterali.
Prima del trattamento, l'efficacia dei farmaci individualizzati viene testata in vitro con campioni di cellule del paziente, quindi nel corpo del paziente con farmaci marcatori di risonanza magnetica che utilizzano lo stesso meccanismo di targeting dei farmaci attivi.
> Non si perde tempo con trattamenti inefficaci.
Se i test precedenti al trattamento mostrano che i farmaci individualizzati non sono efficaci perché immuni alle proteine espresse o ai geni silenziati, possono essere facilmente modificati per colpire altre vie di segnalazione nella cellula.
> Quindi un'alta probabilità di successo anche se il tumore non risponde ad altri trattamenti.
Il processo di trattamento
Produzione dei farmaci (4-6 settimane)
01
L' oncologo esegue una biopsia del o dei tumori e preleva anche campioni di cellule sane dai pazienti.
02
I campioni vengono spediti all' Ambrego Labs di Düsseldorf, in Germania.
03
Utilizzando le tecniche sequenziamento dell'intero genoma, Ambrego Labs rileva le mutazioni del DNA che distinguono meglio le cellule sane da quelle tumorali.
04
Ambrego Labs produce 4 farmaci che hanno effetto solo sulle cellule con Mutazioni del DNA (cellule cancerose):
una per marcare le cellule con eGFP (visibile al microscopio)
una per marcare le cellule con la sostanza di contrasto della risonanza magnetica
uno per indurre l'arresto del ciclo cellulare (ovvero: inibisce la crescita cellulare)
uno che avvia l'apoptosi (cioè distrugge le cellule)
una per marcare le cellule con eGFP (visibile al microscopio)
una per marcare le cellule con la sostanza di contrasto della risonanza magnetica
uno per indurre l'arresto del ciclo cellulare (ovvero: inibisce la crescita cellulare)
uno che avvia l'apoptosi (cioè distrugge le cellule)
05
Ambrego Labs verifica con il farmaco 1 in-vitro (cioè in una piastra di Petri) che le mutazioni dividano correttamente i due campioni di cellule del paziente (cellule sane e cellule cancerose). In caso contrario, vengono prodotti farmaci mirati ad altre mutazioni.
06
Ambrego Labs verifica con il farmaco 3 e il farmaco 4 in vitro che le cellule cancerose rispondano ai principi attivi espressi nel rilevamento delle cellule cancerose. In caso contrario, vengono prodotti farmaci con principi attivi alternativi che mirano ad altre vie cellulari.
07
Ambrego Labs spedisce i farmaci 2, 3 e 4 all'oncologo.
08
Utilizzando il farmaco 2 e una successiva risonanza magnetica completa, l'oncologo verifica se le cellule cancerose sono state bersagliate con precisione.
Il trattamento vero e proprio

L'obiettivo del trattamento Ambrego è quello di curare il cancro in modo controllato. Non ci sono cicli di trattamento in cui viene somministrata una combinazione di farmaci e l'organismo deve poi recuperare per un periodo più lungo, come avviene con la chemioterapia convenzionale.

Nell'ambito del trattamento Ambrego, un farmaco viene utilizzato per mettere le cellule tumorali in costante arresto del ciclo cellulare, il che significa che le cellule tumorali non possono più dividersi e quindi crescere. Con un altro farmaco, le cellule tumorali vengono distrutte, ma, non essendoci una corsa per combattere la crescita del cancro, solo a un ritmo tale da non sopraffare il paziente.

Il paziente ha buone possibilità di vivere una vita normale durante il trattamento e di guarire al termine dello stesso.

La tecnologia In-Cell
Il trattamento si basa sulla tecnologia Ambrego in-cell per l'espressione rapida delle proteine o l'inibizione dei geni sulla base del rilevamento della sequenza del DNA. Una rapida panoramica semplificata per gli scienziati senza i dettagli:
01
Tutti i componenti della tecnologia Ambrego vengono somministrati alle cellule, in modo da non provocare una risposta immunitaria.
I componenti sono due proteine CRISPR-Cas9 (dCas9) altamente precise e disattivate, entrambe legate a una parte di una proteina RNA polimerasi RNA-dipendente (RdRp) che, finché la proteina dCas9 non è legata al DNA, sono inoltre legate alla proteina dCas9 in modo che la RdRp non possa funzionare.
Un'altra parte dei componenti è l'RNA a filamento negativo che codifica una proteina da esprimere nelle cellule cancerose.
02
Le due proteine dCas9 si legano al DNA in corrispondenza della mutazione bersaglio, entrambe una accanto all'altra. L'operazione ha successo solo se la cellula contiene la mutazione mirata, che esiste solo nelle cellule cancerose.
03
Al momento del legame, le proteine dCas9 non legano più le parti di RdRp che, pur essendo ancora legate alle proteine dCas9, possono ora legarsi tra loro, dando origine a una proteina RdRp attiva.
04
L'RNA che codifica la proteina da esprimere viene trascritto ripetutamente in mRNA dalla RdRp. Gli mRNA vengono quindi tradotti nelle proteine che saranno espresse nelle cellule cancerose.
05
Queste proteine possono quindi marcare la cellula, segnalare l'apoposizione cellulare o intraprendere altre azioni.
Se un gene deve essere inibito, la proteina è un'altra proteina dCas9 incompatibile con gli RNA guida delle prime due proteine dCas9. Questa terza proteina dCas9, insieme a un terzo RNA guida che fa anch'esso parte dei componenti, inibisce il gene attraverso il meccanismo CRISPRi.


La prima prova di concetto era basata su una sola proteina: Una proteina Cas9 fusa con una proteina RdRp completa, che si legano insieme finché non rilevano la mutazione del DNA e con questo mantengono inattiva la RdRp, ma non si legano più e si collegano solo tramite linker non appena rilevano la mutazione del DNA e quindi attivano la RdRp.
Molte domande frequenti sull'efficacia e la sicurezza della tecnologia Ambrego trovano risposta nella nostra sezione Domande e risposte.
Volete saperne di più?

La nostra ampia sezione di domande e risposte potrebbe rispondere a qualsiasi domanda. Inoltre, se a voi o a una persona cara è stato diagnosticato un tumore, possiamo offrirvi delle opzioni per sconfiggere la malattia.

Volete saperne di più?

La nostra ampia sezione di domande e risposte potrebbe rispondere a qualsiasi domanda. Inoltre, se a voi o a una persona cara è stato diagnosticato un tumore, possiamo offrirvi delle opzioni per sconfiggere la malattia.